D. Slováková

FORTUNATO, UN OMINO IN CERCA DI FORTUNA

SERIE VERDONE - a partire dai 10 anni - Per valutare
Illustrazioni di A. Born

LA STORIA

Questa è la storia di uno strano omino, un tipo non certo attraente e sempre pronto a mettere zizzania tra le persone. Aveva un pessimo carattere: gli bastava alzarsi con il piede sbagliato per cogliere il pretesto di subissare il vicinato con i suoi pettegolezzi.
Le raccontava talmente grosse che, ben presto, le sue fanfaronate cominciarono a volare sopra la città. La gente, infuriata, si armò di scope e di bastoni e lo cacciò.
Ma l’omino, anzichè riconoscere il proprio torto, si ritenne un incompreso e decise di partire in cerca di fortuna. Quella fu la prima di una serie di partenze che si trasformavano in ritorni verso sera. Ogni viaggio era un’occasione per conoscere qualcosa in più del mondo e dei sentimenti che lo animano: conobbe così i castelli in aria dei suoi conoscenti, il mondo sotterraneo degli esseri verdi, la comunità dolce e gentile del treno rosso, il gran consiglio degli uccelli… Tutti gli incontri gli riservavano possibilità preziose per imparare ad amare e ad apprezzare le creature. Ma Fortunato non sapeva cogliere questi aspetti, anzi ogni volta cercava di strappare a quei mondi un oggetto, una piccola “fortuna” da tenere tutta per sé e con cui rivalersi sui suoi concittadini. Rincasava mentre il cielo si tingeva di strani e minacciosi colori e racchiudeva la cosa in uno scrigno prezioso. Ogni mattina, però, non c’era più traccia della piccola fortuna. L’omino ne era regolarmente infuriato e incolpava dell’accaduto i suoi vicini inventando sempre nuovi e cattivissimi pettegolezzi. Finché, durante un viaggio, incontrò una scimmietta, Gisella, che divenne sua compagna inseparabile.
La vita di Fortunato, comunque, non cambiava indirizzo: era un concentrato di viaggi e di cattiverie, fino a quando non capitò nel più triste dei mondi, in cui animali e persone, senza un briciolo di allegria, lavoravano e invecchiavano ad un ritmo forsennato. L’omino lo visitò per intero scoprendo l’incredibile verità: in un’immensa salatrucco c’era uno stuolo di visagisti che provvedeva ad invecchiare le persone. Per la prima volta nella sua vita Fortunato sentì che doveva fare qualcosa per gli altri: rovesciò e distrusse ogni suppellettile e ogni arnese, trasformando gli abitanti del paese in persone sempre attive ma gioviali. Quella volta l’omino era così stanco per tutto il lavoro svolto che si dimenticò di cercare una “piccola fortuna”: tornò a casa, in compagnia di Gisella, e si mise a dormire, mentre nel cielo si dipingeva un enorme rosso sorriso.

SPUNTI DI APPROFONDIMENTO

I viaggi di Fortunato offrono spunti per introdurre o approfondire diversi argomenti. Suggeriamo:

  • la meteorologia
  • il mondo dei pesci e degli uccelli a confronto
  • le foreste nel mondo.

INTINERARI TEMATICI

Sull’onda delle esperienze del protagonista è possibile individuare alcuni itinerari di ricerca, proponiamo:
I treni nello spazio e nel tempo, un breve viaggio attraverso i Paesi, “a bordo” dei treni più famosi, dalle Ande alla Siberia, magari con l’aiuto di Phileas Fogg, il protagonista de “Il giro del mondo in ottanta giorni” di G. Verne.
Il Carnevale, una ricerca sulle origini della festa e sui modi di festeggiarla.
Le storie metropolitane, dai sotterranei di Fortunato a quelli in cui si snodano questo genere di racconti.

OLTRE LA STORIA

Il viaggio di Fortunato è un lento cammino verso la solidarietà che suggerisce la trattazione della tematica educativa attraverso la conoscenza delle testimonianze di solidarietà più vicine ai ragazzi. L’argomento del viaggio invita, poi, a conoscere meglio questo mondo, attraverso visite alla stazione, all’aeroporto, alle agenzie di viaggio e incontri con i grandi viaggiatori del passato.


  • Versioni MISTE MULTIMEDIALI
  • Testo
    • ISBN: 9788842610991
    • Pagine: 224
    • Codice: 1099
    Sconto15%
    Prezzo:  7,50
    Prezzo:  6,42
    Acquista
    Sconto del 15% defiscalizzato dell'iva