N. Orengo

LA NINA NEL CAMPO

SERIE VIOLA - a partire dai 9 anni - Per apprezzare
Illustrazioni di S. Moldi

LA STORIA

Può succedere a chiunque, anche a un artista di successo, di fermarsi un attimo per dare uno sguardo al proprio lavoro e arrivare ad inaspettate conclusioni. È quello che accade a Michelangelo Baravalle, il protagonista del libro, un personaggio alla moda, abituato a esporre le proprie sculture nelle gallerie d’arte. Un bel giorno, egli comincia a sentire stretti e soffocanti gli spazi in cui espone e decide di realizzare la sua nuova opera… all’aperto.
Michelangelo Baravalle si prende una pausa dalla sua vita solita e si concede una camminata tra il verde, subito fuori città. Seduto al tavolo di una trattoria, l’artista comincia a pensare a una grande “scultura stagionale”. L’ispirazione? È un passerotto che becchetta sulla tavola a suggerirla. Così Baravalle affitta un campo, lo semina con il consiglio del fratello contadino, istruisce stormi interi di passerotti, affitta balconi e terrazzi delle costruzioni che si affacciano sul prato perchè il pubblico possa vedere e infine spedisce gli inviti. Ma quando, all’ora del giorno convenuto, l’artista dà il segnale ai suoi passerotti golosi, la folla intervenuta dai balconi osserva incredula, piacevolmente stupita ed entusiasta il delinearsi di una figura, una splendida “Nina” nel campo… L’immagine di una famosa top-model del momento? No, di certo. La Nina non è altro che l’immagine della caravella con cui Colombo aveva portato in Europa il frutto prezioso del mais. E poi? Il finale, rapido come una folata di vento, è ancora una sorpresa.

SPUNTI DI APPROFONDIMENTO

Il volumetto si presta ad una lettura rapida, di quelle tutte d’un fiato, per l’incalzare del ritmo narrativo che, lento e meditativo all’inizio, cresce d’intensità a mano a mano che il piano si delinea nella mente del protagonista, ma non in quella dell’incuriosito lettore. Tuttavia, può essere utile ritornare sul testo, con una sorta di operazione alla moviola, per poter rivedere ed approfondire alcuni contenuti che l’autore sfiora:

  • i ritmi della vita moderna (aspetti positivi ed eccessi)
  • il piacevole e sano rapporto con la natura.

Gli spunti offerti dal libro permettono, poi, di approfondire contenuti di carattere storico-geografico-scientifico quali:

  • la scoperta dell’America
  • le diverse forme di inquinamento urbano
  • le caratteristiche dell’attività agricola, ad esempio nel la zona di residenza degli alunni.

INTINERARI TEMATICI

In una prospettiva più ampia di lavoro, il tema dell’agricoltura può essere affrontato secondo diversi itinerari di ricerca:
La cultura contadina nella zona di residenza.
L’agricoltura e l’industria di trasformazione nelle loro caratteristiche e nelle diverse interdipendenze.
L’immigrazione dalle campagne e dal Sud nel passato, la nuova immigrazione extra-comunitaria del presente.

OLTRE LA STORIA

Se, nel libro, Michelangelo Baravalle si occupa della coltivazione di un campo, non è perché desideri spostare i suoi interessi professionali dalla scultura all’agricoltura, bensì per realizzare una nuova forma d’arte. La sollecitazione che ne deriva può essere di quelle ghiotte, atta ad avvicinare gli alunni alle forme dell’arte contemporanea e, più in generale, all’arte.
Gli strumenti possono essere molteplici: le visite a gallerie e mostre opportunamente guidate da esperti, gli incontri con gli artisti, l’uso di materiale audiovisivo utile all’approfondimento, fino ad arrivare alla produzione individuale da parte degli alunni che potrebbe poi sfociare in una piccola “mostra d’arte moderna” realizzata dagli stessi ragazzi.


  • Versioni MISTE MULTIMEDIALI
  • Testo
    • ISBN: 9788842610984
    • Pagine: 64
    • Codice: 1098
    Sconto5%
    Prezzo:  6,35
    Prezzo:  6,04
    Acquista
    Sconto del 5% defiscalizzato dell'iva