18 IUS SOLI

Che cosa vuol dire crescere in un paese, frequentarne la scuola, impararne lingua, usi, dialetti, costumi, ma non essere considerati cittadini?

A questa domanda risponde IUS SOLI, un bellissimo film-doc che raccoglie le storie di 18 ragazze e ragazzi che condividono lo stesso destino: lottare per vedere riconosciuta la loro identità italiana.

I protagonisti del film sono tutti figli di immigrati, perfettamente integrati nel tessuto sociale, economico, scolastico. Vengono da regioni diverse, parlano il dialetto locale meglio delle loro lingue d’origine, vogliono fare il servizio militare. La maggiorparte di essi non è mai stato nel paese da cui i genitori provengono, né probabilmente ambisce ad andarci, non più di quanto un adolescente di Milano voglia andar a far visita ai parenti della Basilicata, o viceversa.

Eppure, a differenza dei coetanei italiani, questi ragazzi non sono riconosciuti cittadini a tutti gli effetti.

In questa recensione proveremo a raccontarvi in breve quali sono i passi previsti dal lungo iter italiano per ottenere la cittadinanza, e scopriremo perché questo progetto filmico è così particolare.