Il podcasting e la scuola 2.0

Una volta era la radio. Strumento straordinario che, soprattutto dopo la Seconda guerra mondiale, e prima che venisse superata dalla televisione, ha giocato un ruolo centrale nell’acculturamento generale della popolazione italiana.

In radio sono nati format di successo (basti pensare al caso-scuola de La Corrida di Corrado Mantoni), spesso traslati poi in tv, e sono state sperimentate nuove formule narrative (discendenti del feuilleton ottocentesco e progenitrici delle moderne fiction TV). Ma si sono anche sviluppate trasmissioni che, nel loro insieme, hanno diffuso l’uso della lingua italiana e di una cultura nazionale di massa.

La radio ha rappresentato uno strumento formidabile per veicolare contenuti nelle case degli italiani: lo sport, la politica, il costume e la musica; la radio mostrava la potenza della divulgazione, l’importanza della parola sentita e discussa, il valore della diffusione della cultura.

Con l’inizio dell’era di internet la radio sta conoscendo una seconda giovinezza, basti pensare al fenomeno delle web radio.

La rete permette infatti di trasmettere i contenuti audio come già facevano le vecchie radio a transistor. In più offre anche il vantaggio di permettere all’utente di decidere non soltanto “cosa” ascoltare, ma anche “quando” ascoltarlo.

L’abbattimento dei limiti “temporali” delle trasmissioni radiofoniche consente così di favorire l’accesso anche all’interno delle aule scolastiche (tradizionalmente aperte soltanto la mattina).

La facilità con cui oggi si può produrre e distribuire un file audio ha anche un effetto secondario di importanza capitale nella scuola che guarda al domani: la possibilità di diventare, da parte degli studenti e dei professori, non soltanto fruitori di messaggi, ma anche creatori di contenuti.

È un’altra delle enormi potenzialità che potranno essere sfruttate dalla scuola 2.0, ma che già oggi permettono la realizzazione di un obiettivo fondamentale per qualunque didattica: la resistenza e la riproducibilità nel tempo delle lezioni impartite agli studenti.

Tutto questo è reso possibile da una tecnologia ormai ampiamente diffusa e conosciuta chiamata Podcasting.