Un mondo di immagini

Il contesto sociale e culturale in cui siamo immersi impone di dedicare alla “visione” un’attenzione particolare.

Venti o trenta anni fa, la codifica dei linguaggi espressivi (parola,
musica, video, immagini) faceva riscontrare una preponderanza della
parola scritta, oggi non è più così.

Nell’arco di pochi decenni si è registrato un cambiamento radicale nell’ambito della comunicazione: ad imporsi è stata la comunicazione multimediale,
caratterizzata dalla sovrapposizione di media differenti dentro cui i
linguaggi si sono integrati, assumendo un aspetto composito e del tutto
nuovo.

In questo dossier nalizzeremo le caratteristiche di questo mutamento di prospettiva, e andremo alla scoperta dei diversi linguaggi espressivi,
con particolare attenzione alle conseguenze che questa trasformazione
“visiva” comporta in un pubblico particolare come quello dei ragazzi e
delle ragazze, chiamati oggi più che mai a decodificare messaggi solo apparentemente più semplici.

In particolare, ci concentreremo sull’oggetto iconografico a corredo di un testo scritto, indagandone le caratteristiche tecniche e le possibilità di utilizzo da parte degli studenti come strumento ausiliare nella trasmissione di senso, nell’ottica dell’arricchimento del contenuto.